20051002

Energia ricerca per lo sviluppo dei bacini secondari Ecodeco Uni Bicocca

Milano 2 ottobre 2005
Il 30 settembre 2005 Ecodeco, in risposta a un bando del Ministero avente per obiettivo il rilancio del
programma Nazionale della Ricerca, presenta, insieme a Università e Istituti di ricerca, un progetto
preliminare sul tema “Risparmio energetico e microgenerazione distribuita” con titolo “Risparmio energetico
con valorizzazione dei Bacini Secondari di Energia quale fonte energetica distribuita.”
Per Bacino Secondario di Energia si intende l’energia contenuta nella Frazione Residua dei Rifiuti Urbani
prodotta in un certo territorio: tale bacino è continuamente rialimentato dalla Frazione Residua dei Rifiuti
esattamente come un bacino idroelettrico è rialimentato dalla pioggia.
Nello specifico tema, Ecodeco ha ottenuto il punteggio migliore, 90 punti (a pari merito con altri 8 progetti) e
questo giudizio sintetico: “L'idea progettuale appare di ottimo livello, specie in termini di innovatività delle
ricerche previste". Su invito del Ministero, ECODECO, redige, quindi,il progetto esecutivo di Ricerca
Industriale, mentre il progetto di Ricerca di Base è presentato dall'Università Milano Bicocca. Il progetto
Ecodeco è ammesso alle agevolazioni, sia per la parte Ricerca di Base sia per la parte Ricerca Industriale.
Il progetto di Ricerca di Base, di durata dal luglio 2007 al luglio 2010 e che riguarda la definizione delle
componenti di base e gli obiettivi massimi teoricamente raggiungibili dal modello di sistema per la
valorizzazione dei Bacini Secondari, coinvolge 14 Istituti Universitari.
Il progetto di Ricerca industriale, di durata dal luglio 2006 al giugno 2010, è articolato in due principali filoni
che riguardano:
_ Waste & Power (combustione dei rifiuti e combustibili non tradizionali): il progetto propone un approccio
innovativo, che consiste nel considerare il sistema forno-caldaia come parte integrante della linea
trattamento fumi, con le emissioni dunque già ridotte all’origine. Si stanno ottenendo risultati molto
incoraggianti in tutti i settori citati, ad esempio nella possibilità di neutralizzare l’acidità dei fumi già in
camera di combustione o nell’abbattimento delle polveri sottili, che confermano la validità dell’approccio e
delle varie idee progettuali;
_ Natural Energy from Waste (NEW): l’idea di base è separare l’Amabilis (cioè il materiale bioessiccato
prodotto per a partire dalla Frazione Residua dei Rifiuti Urbani nelle Stazioni di Trasferimento Intelligenti di
Ecodeco) in una Frazione non degradabile ad alto potere energetico (utilizzabile in cementeria), e in una
Frazione lentamente degradabile da utilizzare nei Bioreattori Attivabili per produrre biogas in modo
controllato e con elevati rendimenti. Si sta ponendo l’attenzione in particolare sul miglioramento dei
processi di attivazione, di captazione e di trattamento del biogas, sull’ideazione di sistemi di trattamento e
riscaldamento del percolato finalizzati al suo ricircolo, sull’incremento della produzione di energia dalla
combustione del biogas e sul miglioramento del trattamento dei fumi in uscita dai motori.
Risultati particolarmente interessanti si stanno ottenendo dai sistemi di separazione, che permettono di
ottenere efficienze di separazione e recupero molto elevate, dalla messa a punto di un innovativo software
per la regolazione della capacità di aspirazione, dalla realizzazione di un sistema di analisi in continuo dei
componenti inquinanti contenuti nel biogas, e dallo studio di innovativi sistemi catalitici per la rimozione dei
COV dai fumi dei motori. Anche in questo filone si conferma la validità dell’approccio iniziale.
ECODECO inoltre prosegue le proprie attività di ricerca applicate al processo Biocubi per renderlo sempre
più efficiente e competitivo.
Si stanno attualmente svolgendo attività sul software di gestione del processo e sui sistemi di triturazione e
movimentazione dei rifiuti.
Riepilogando, durante l’anno 2008 il Gruppo Ecodeco ha lavorato su 34 progetti di ricerca di cui
in reference to: http://www.a2a.eu/gruppo/export/sites/default/a2a/it/sostenibilita/ambientale/documenti/ECODECO.pdf (view on Google Sidewiki)

Nessun commento: