20100702

Cina Investimenti energia eolica 20100628

La Cina è il nuovo Eldorado per chi vuol investire nell'eolico PIETRO VERONESE Repubblica — 28 giugno 2010 pagina 51 sezione: AFFARI FINANZA
[...] ultimo rapporto Ernst&Young [...] Cina. [...] che si fa di più in materia di energia pulita. A dire il vero la Cina non è sola: è prima, nella speciale classifica E&Y, a pari merito con gli Stati Uniti di Barack Obama. Ma mentre rispetto all' anno scorso l' America perde un punto, la Cina ne guadagna due; sicché i tre punti di divario si ritrovano oggi annullati proprio grazie al dinamismo del "capitalismo autoritario" orientale. Il rapporto si chiama Renewable Energy Country Attractiveness Indices: in poche parole, e tenendo conto di una complessa serie di parametri, i ricercatori della Ernst&Young - notissima società di servizi per le imprese - stilano periodicamente una classifica dei Paesi dove è più «attraente» investire nel campo delle energie rinnovabili. Le ragioni dell' irresistibile marcia cinese sono presto dette, e assomigliano a quelle che stanno garantendo all' "Impero di mezzo" il primato in tanti campi, dalla ricerca scientifica all' export globale: travolgente dinamismo economico, investimenti colossali, decisioni al vertice che si traducono immediatamente in scelte operative. Si apprende così che la Cina ha investito in energie pulite quasi il doppio degli Stati Uniti: 34,6 miliardi di dollari. E che avendo deciso di privilegiare, tra le fonti alternative al carbone e al petrolio, quella eolica, è rapidamente balzata al primato mondiale per capacità installata. Il che non significa che la Cina non resti tra i Paesi maggiormente responsabili dell' inquinamento globale: i suoi sistematici sforzi per assicurarsi risorse petrolifere in ogni angolo del pianeta lo confermano. Ma accanto all' enorme consumo che continua a fare di combustibili fossili, non trascura - altroché - le fonti alternative. Che ne è invece della politica energetica di Barack Obama, il quale al suo insediamento alla presidenza degli Stati Uniti, un anno e mezzo fa, aveva annunciato l' intenzione di riconvertire l' America alle energie verdi? Anche in questo campo, come in diversi altri, le cose vanno male per l' inquilino della Casa Bianca. [...]. Terzo, quarto e quinto posto nella classifica E&Y restano immutati rispetto alla precedente misurazione: nell' ordine Germania, India e Italia. La Germania non è una sorpresa: da brava prima della classe in Europa, è da anni leader sia nella produzione che nel consumo di energia rinnovabile, nonché nella politiche volte a sostenere questa scelta. Sull' India vale il discorso della Cina, soltanto un po' più in piccolo. E poi neanche tanto: basti dire che il governo di Delhi ha iniettato nell' "economia verde" una cifra che si aggira intorno al miliardo di dollari. La posizione dell' Italia è insidiata dalla Gran Bretagna, quinta a pari merito. Il nostro Paese ha tuttavia ottenuto un punto in più, che le ha consentito di evitare la retrocessione, grazie ai piani per la costruzione dei più grandi parchi fotovoltaici del continente, in provincia di Rovigo e a Montalto di Castro (Viterbo). Non male, considerando che «la situazione dei mercati europei non è esattamente rosea», come osserva (impossibile dargli torto) il partner E&Y settore Energy Andrea Paliani.
in reference to: La Cina è il nuovo Eldorado per chi vuol investire nell'eolico - Repubblica.it » Ricerca (view on Google Sidewiki)

Nessun commento: